TUTTO JUVE

Tutto Juve

Palazzo Dogana





banner sergio

AGROPOLI, SORIANIELLO-TIBONI, RISSA NEGLI SPOGLIATOI, LUPO, RESA DEI CONTI CON I DIRIGENTI

Tra il primo e il secondo tempo dell’ultima partita casalinga dell’Agropoli contro il Madre Pietra Daunia, durante il corso dell’intervallo, Sorianiello e Christian Tiboni stavano per venire alle mani dopo la sostituzione dello stesso Tiboni, inspiegabile, avvenuta al 38′ minuto della prima frazione di gioco. E’stato evidente il tentativo dell’allenatore di ridicolizzare Tiboni e di darlo in pasto alla piazza volendone fare, senza riuscirci, il capro espiatorio. Tiboni che è uno navigato, questo lo ha capito e a Sorianiello non glie le ha mandate a dire, lo ha prima insultato mentre usciva e poi negli spogliatoi dopo un battibecco i due stavano venendo alle mani. Un finale anche prevedibile non tanto per la storia di Tiboni ma per l’inadeguatezza del tecnico il quale da quando è arrivato ad Agropoli, oltre ad aver fatto errori imperdonabili, ha contribuito alla retrocessione dell’Agropoli e ha poi scaricato le colpe su tifosi, stampa, giocatori. Una sorpresa in negativo quella di Sorianiello il quale ha perso completamente la bussola ma anche il buonsenso. Tiboni ha altre responsabilità ma nella fattispecie ha ragione. Sorianiello è stato incapace, scaricato dalla dirigenza a più riprese, è voluto rimanere a dispetto dei santi ma alla fine ci ha rimesso lui perchè tutti hanno capito il suo atteggiamento. A fine partita la resa dei conti del caso Lupo, il centrocampista del Madre Pietra Daunia, ha giocato nel girone d’andata nell’Agropoli ed è stato allontanato con scuse molto dubbie, sul capo del giocatore, la classica macchina del fango mentre a tutti è sembrato giocatore, oltre che bravo, anche onesto e attaccato ai colori. A fine partita glie ne ha dette 4 a Magna scatenando l’ira dei dirigenti dell’Agropoli. Sergio Vessicchio

AGROPOLI, PRIMARIE PD, TRIONFO DI ALFIERI, LA MOZIONE RENZI OLTRE IL 93% TRA LE PRIME IN ITALIA

Grande affluenza di votanti ad Agropoli per le Primarie PD, superata l’affluenza del 2013, trionfo assoluto della mozione Renzi e quindi di Franco Alfieri. Questi i risultati:

Votanti: 2.435

RENZI: 2.253  93,77%

EMILIANO: 96  3,97%

ORLANDO: 66  2,73%

Una grande affermazione del Sindaco di Agropoli sia per il numero dei votanti, molto alto, sia per quanto concerne l’affermazione della mozione Renzi che ha ottenuto percentuali altissime, tra le prime in Italia. Una grande testimonianza d’affetto per il Sindaco Alfieri e per la Deputata, Sabrina Capozzolo. E’ evidente che il lavoro svolto in questi anni ad Agropoli è ancora di grande gradimento alla capitale del Cilento. Sergio Vessicchio

FINISCE L’AGONIA DELL’AGROPOLI, SCONFITTA COL MADREPIETRA E RETROCESSIONE IN ECCELLENZA

Termina nel peggiore dei modi il quinto anno di Serie D dell’Agropoli. La squadra di mister Sorianiello perde uno a zero contro la Madrepietra Daunia e retrocede in Eccellenza con una giornata di anticipo dalla fine del Campionato. La gara risulta equilibrata nel primo quarto d’ora, al 16′ la Madrepietra prova ad attaccare con un tiro di Priorelli che finisce tra le braccia di Cotticelli. L’Agropoli non riesce ad arrivare nella metà campo avversaria imprigionata dai giocatori della Madrepietra, Adiletta prova però una conclusione al 22′ che finisce alla sinistra della porta. Al 25′, punizione per l’Agropoli calciata da Capozzoli, facilmente respinta dalla barriera del Madrepietra. Gli ospiti trovano il gol al 26′ con Bozzi il quale sfrutta al meglio un passaggio dalla sinistra per poi battere Cotticelli. Al 28′ Chiochia tenta di la conclusione di testa, che finisce alla destra della porta senza centrare lo specchio. Al 30′ gran bocciatura per Tiboni il quale esce dal campo battibeccando con il Mister cedendo il posto a Rekik. Al 40′ calcio d’ angolo per la Madrepietra i cui sviluppi mettono in difficoltà il portiere agropolese il quale ha comunque la meglio sugli attaccanti pugliesi. Termina così un primo tempo dominato dagli ospiti. Il secondo tempo comincia male per l’Agropoli che finisce in 10 per l’espulsione di Rekik. Al 15′ Di Maio del Madrepietra tenta il raddoppio con un tiro che finisce alto sopra la traversa. Al 17′ Donnarumma prova il tiro, ma senza crederci troppo e la palla finisce tra le braccia di Maraglino. Il resto della gara vede l’Agropoli tentare di raggiungere almeno il pareggio ma senza mai impensierire la difesa ospite. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro Clerico di Torino fischia la fine delle ostilità mettendo fine alla lunga agonia dell’Agropoli in Serie D. Giocatori e tifosi in lacrime, quest’oggi la Serie D perde una delle squadre più gloriosa e, soprattutto, mai fallita della Campania. I “delfini” saluteranno la categoria Domenica prossima sul campo del Bisceglie. Francesco Nettuno

L’AGROPOLI E’ RETROCESSO ORA VERGONATEVI

Il Madrepietra Dauna vince ad Agropoli ormai già condannata alla retrocessione.Partita molto lenta,poco dinamica.Risultato sbloccato da Bozzi al 27′ del primo tempo.Subito dopo Sorianiello manda in panchina Tiboni che lo manda a quel paese giustamente,ne parleremo successivamente.La partita si è portata stancamente alla fine con il successo dei foggiani che ora vanno ai play off.La speranza di tutti e che Magna e Volpe se ne vadanosubitoper questa retrocessione si vergognino tutti.

SI LANCIA SOTTO IL TRENO E MUORE,E’ SUCCESSO NEL SALERNITANO

Tragedia in via Salice ad Angri al confine con Scafati.Intorno alle 12 un cinquantenne del posto è stato travolto da un treno in transito che non gli ha lasciato scampo.Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e la polizia locale. Non si conosce ancora l’identità dell’uomo. Si indaga per capire le ragioni alla base del gesto. Bloccati i treni verso Nocera Inferiore e Pompei.

SERIE D LIVE AGROPOLI 0 -MADREPIETRA Dauna 1

 WWW.TUTTOUSAGROPOLI.WORDPRESS.COM WWW.CALCIOGOAL.IT

AGGREDISCE IL MARITO A COLPI D’ASCIA,L’UOMO IN FIN DI VITA

Una donna di 56 anni nella notte ha aggredito a colpi d’ascia il marito 62enne ferendolo gravemente.L’aggressione è avvenuta intorno all’una nell’abitazione dei due coniugi ubicata a Teggiano, in località Misericordia.La donna, che in passato aveva avuto problemi di natura psichiatrica, ha colpito il marito alla testa tre volte con un’ascia di medie dimensioni. L’uomo, dopo essere stato ferito, è riuscito ad allertare i soccorsi ed alcuni parenti lo hanno raggiunto nell’abitazione.Il 62enne è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla dove i sanitari, dopo aver stabilizzato le sue condizioni, hanno disposto il trasferimento all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania dove è ricoverato in prognosi riservata ma non dovrebbe essere in pericolo di vita.Anche la moglie è stata ricoverata a Vallo della Lucania presso il reparto di igiene mentale.L’ascia utilizzata per l’aggressione è stata trovata e posta sotto sequestro dai carabinieri.La donna è stata denunciata per tentato omicidio. Erminio Cioffi  FONTE ONDANEWS

PRENDE SONNO E SI SCHIANTA FERITO UN 25 ENNE

Incidente stradale questa notte poco dopo le 3.30 sulla strada provinciale tra San Vito e Montecorvino Pugliano.Un ragazzo di 25 anni a bordo di una Toyota Yaris che stava rientrando da lavoro probabilmente a causa di un colpo di sonno ha perso il controllo della macchina.L’auto è finita  fuori strada, ha urtato prima un segnale stradale e poi una recinzione in rete di ferro di un terreno agricolo finendo la sua corsa contro un muro.L’impatto è stato violentissimo. La macchina è rimasta distrutta nello schianto. Il giovane si è salvato grazie all’esplosione di tutti gli hairbag dell’auto!  Sul posto i volontari del Vopi che hanno soccorso il 25enne che  ha riportato ferite da taglio al volto ed escoriazioni multiple. Dopo essere medicato è stato trasportato all’ospedale di Battipaglia. Sul posto i Carabinieri per i rilievi

CAPACCIO PAESTUM,LA GAFFE DI PALUMBO: “NON FACCIO ACCORDI CON NESSUNO HANNO DISTRUTTO TUTTO IN 30 ANNI”SCOPPIA LA POLEMICA INTERNA AL SUO GRUPPO

L’ex sindaco di Giungano Franco Palumbo,in basso la figlia di Pasquale Marino ispiratrice della candidatura di Palumbo.Marino è stato colui che ha amministrato di più il comune di Capaccio Paestum negli ultimi 30 anni

“Quando ho deciso di candidarmi, l’ho fatto per cercare di offrire finalmente una nuova opportunità a tutto il territorio di Capaccio Paestum, portarlo fuori dal baratro in cui l’hanno cacciato gli amministratori degli ultimi trent’anni.

Palumbo sindaco di Giungano non ci sta a sentire voci che lo darebbero accordato con altri candidati e francamente sembra un’uscita fuori luogo dei suoi avversari politici.Mai appunto il maresciallo giunganese ha mai detto o fatto intuire una cosa del genere.Durissime le sue parole:”C’è ancora chi fa il gioco delle tre carte per cercare di ingannare i cittadini di Capaccio Paestum, che fortunatamente sono intelligenti e che ben sanno la necessità di dare una svolta amministrativa a questo territorio e lo dimostreranno mandandoli a casa il prossimo 11 giugno. A differenza loro, che fanno alleanze di ogni tipo, cambiando dalla mattina alla sera, noi non abbiamo bisogno di accordi con nessuno, come vogliono probabilmente far credere per giustificare la loro incoerenza, perché siamo un gruppo che crede nelle proprie idee e che soprattutto ha una coerenza, altri invece l’hanno riposta da anni nei cassetti”. Il candidato sindaco per il Comune di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, smentisce così ogni eventuale accordo politico in vista del voto dell’11 giugno e rilancia a gran voce il proprio progetto di rinnovamento per il territorio capaccese-pestano.”Quando ho deciso di candidarmi, l’ho fatto per cercare di offrire finalmente una nuova opportunità a tutto il territorio di Capaccio Paestum, portarlo fuori dal baratro in cui l’hanno cacciato gli amministratori degli ultimi trent’anni. – continua Palumbo – Ho parlato subito al cuore della gente, giovani e meno giovani, ascoltato i loro problemi e le loro preoccupazioni, e rassicurato loro sul mio impegno e soprattutto su ogni rottura con il passato, perché sono coloro che hanno amministrato fino ad oggi gli autori di questo scempio amministrativo”.Pronta la presa di distanza da chi nel suo schieramento ha parenti stretti ed amici di amministratori e sindaci del passato.Durissimo lo scontro interno alla sua lista d’appoggio ma anche tra gli ispiratori della sua discesa in politica a Capaccio Paestum.L’affondo di Palumbo diventa di fatto una gaffe se si considera l’impegno di tantissimi amministratori del passato che hanno dei parenti stretti  nel suo gruppo.Soprattutto persone vicine a Pasquale Marino(la figlia molto nota in tutto il comune è l’ispiratrice della candidatura di Palumbo) il sindaco che negli ultimi 30 anni  è stato più di tutti seduto sullo scranno più alto del municipio e questo a dimostrazione del fatto che sulle sue qualità non si discute ma non conosce le dinamiche della politica locale ne tanto meno è al corrente di quanto si verifica.Palumbo è un uomo molto perbene è stato un ottimo amministratore di Giungano non riusciamo a capire come mai si sia fatto coinvolgere in questa candidatura che ai più,apparentemente,sembra incomprensibile.Il nostro consiglio iniziale e anche quello attuale è  di ritirare la candidatura perchè è ancora in tempo e continuare a fare politica nel suo paese dove ha decisamente fatto bene.Sergio Vessicchio

CAPACCIO PAESTUM,LA LAURA AVRA’ UN RESTYLING STRAORDINARIO

Con delibera di Giunta Comunale, l’Amministrazione guidata dal Sindaco Italo Voza ha incaricato gli uffici competenti di progettare e realizzare un intervento finalizzato al collegamento pedonale dell’abitato della frazione Laura al litorale costiero. In particolare, l’opera pubblica riguarda la realizzazione di un adeguato e continuo marciapiedi lungo il lato sinistro di via Laura Mare, precisamente dall’incrocio con via Francesco Gregorio all’incrocio con via Sterpinia.“Questo intervento, da progettare e realizzare in via prioritaria nella fase iniziale del prossimo mandato amministrativo, – dichiara il Sindaco Italo Voza congiuntamente agli Assessori Pasquale Mazza e Donatella Pannullo – è strategico per l’assetto e la vivibilità della zona Laura, per la comodità e la sicurezza di residenti e turisti. Abbiamo dato indirizzo alla parte tecnica comunale di procedere celermente vista l’importanza dell’opera”.

COMUNICATO STAMPA COMUNE DI CAPACCIO LA FOTO E’ DI STILETV

AGROPOLI,PRIMARIE PD L’APPELLO DEL CONSIGLIERE FRANCO DI BIASI: “ANDATE E VOTATE ALFIERI”

“Domani dalle 8 alle 20 ci saranno le primarie del partito democratico, ti chiedo di sostenere la candidatura di Franco Alfieri a favore del candidato segretario Matteo Renzi. Votiamo Franco, non per quanto ha già dimostrato come politico del fare, ma per garantire impegno, passione e concretezza a livello nazionale per il nostro territorio. In un momento difficile come quello che viviamo la speranza del cambiamento può essere garantita solo dal nostro rappresentate più autorevole, in grado di far sentire forte lo sdegno ed il grido di allarme dei giovani e del mezzogiorno”.

IL GRILLINO,L’INFORMAZIONE E IL CONDANNATO BEPPE GRILLO di Sergio Vessicchio

DI SERGIO VESSICCHIO-Ormai stanno toccando il fondo con le loro battaglie false,ideologicamente ridicole e dicendo bugie alle gente.I grillini,gente improvvisata ,vanno sulla loro bacheche  diventate il muro del pianto e attaccano tutto e tutti dimenticando di essere abusivi,ignoranti,privi di competenze e soprattutto immorali(non tutti la magior parte).Può darsi che prenderanno i voti sul simbolo ma vedremo quanta gente scriverà il loro nome sulla scheda.Fanno chiasso e bagarre sui social,insultano la gente sotto i gazebo,fanno tavole rotonde tra di loro davanti ai bar ma se la suonano e se la cantano.Poi passano all’informazione e c’è qualcuno che si avventura a scrivere corbellerie  sulla sanità sostenendo  cose inaudite e attaccando chi non la pensa come loro o non fa il grillino.La maggior parte dei grillini,non tutti,sono gente fallita,cacciata dagli altri partiti,trombati politici e soprattutto schifosi intellettuali.Questi sono i grillini e a chi li vota auguri ma ricordate passate dalla padella alla brace.Il caso Raggi,il caso firme false,il caso Quartu e via dicendo sono esempi vergognosi.La loro cattiva informazione ha disorientato l’elettorato disperato giocando sulle condizioni della povera gente.E con la parola magica reddito di cittadinanza hanno fregato gli elettori.Hanno fatto più danni loro in tre anni che la vecchia politica in 50 anni.Il loro mentore è un condannato per omicidio tal Beppe Grillo.Dobbiamo ancora continuare? Alla prossima.Sergio Vessicchio

AGROPOLI,PRIMARIE PD L’APPELLO AL VOTO DEL SINDACO FRANCO ALFIERI E DEL VICE SINDACO ADAMO COPPOLA

PAURA A MARINA DI CAMEROTA UNO YACHT PRENDE FUOCO NEL PORTO

CAMEROTA. Yacht in fiamme questa mattina nel porto di Marina di Camerota. Le fiamme sono divampate pochi minuti dopo le 8 probabilmente a causa di un cortocircuito. L’imbarcazione, di circa 12 metri e di proprietà di un imprenditore napoletano, era ormeggiata in uno dei pontili del porto quando improvvisamente si è scatenato l’incendio. Le conseguenze potevano essere ben più gravi se il maresciallo Marco Boschetti, comandante della motovedetta 814 della Guardia Costiera, non avesse immediatamente dato l’ordine di spostare lo Yacht in fiamme sulla banchina del molo di sopraflutto, lontano da altre imbarcazioni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme dopo circa due ore di lavoro. La capitaneria di porto ha aperto un’inchiesta per accertare le cause dell’incendio. Polemiche invece per quanto riguarda le postazioni antincendio collocate sul molo di sopraflutto quasi tutte sprovviste di manichette e non funzionanti.Vincenzo Rubano

SALERNO,DRAMMA DELL’IMMIGRAZIONE,UN GIOVANE DEL GAMBIA CADE SUGLI SCOGLI E’ GRAVE

Dramma, ieri sera, sul Porto Masuccio Salernitano. Un giovane straniero, originario del Gambia, poco dopo le 18, è caduto sugli scogli del porto, restando gravemente ferito.Sul posto una ambulanza del 118 ed i vigili del fuoco, allertati da alcuni passanti. I caschi rossi hanno recuperato il malcapitato che, dunque, è stato affidato alle cure dei sanitari: è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Ruggi. Indagano le forze dell’ordine per ricostruire la dinamica e le cause dell’accaduto.FONTE SALERNOTODAY.IT

 

AGROPOLI,VORREMMO SAPERE UN SOLO MOTIVO PER VOTARE QUESTA PERSONA

Ha fatto 5 anni il presidente del consiglio comunale di Agropoli insieme a Franco Alfieri di cui era grande sostenitore e amico e non ci ricordiamo di nessuna proposta ne azione a favore della città di Agropoli.Eletto ancora con Alfieri nel secondo mandato dopo le nomine e le cariche se ne andò dalla maggioranza sbattendo la porta e si mise all’apposizione. Ha ricevuto vari mandati professionali insieme con alcuni suoi familiari,Franco Alfieri e l’amministrazione sono pronti a testimoniarlo in qualsiasi sede,e nessuno ha detto mai niente.Ha oltre 60 anni e per Agropoli non ha fatto mai politicamente un azione in grado di contribuire alla crescita della città.Per di più ha portato in comune una persona tal Emiliana De Marco la quale per 5 anni è stata nello  staff del sindaco Franco Alfieri  su proposta del presidente del consiglio(Agostino Abate) con un lauto stipendio  e collaborava all’ufficio urbanistica.Guarda un po all’urbanistica e chissà perchè. Questa donna  notoriamente sui social da 5 anni ne dice di tutti i colori contro l’amministrazione,contro Alfieri e contro l’operato di Alfieri e i suoi sostenitori.Ora vorremmo sapere un solo motivo perchè la gente di Agropoli dovrebbe votare l’Ing.Nino Abate a sindaco.Un solo motivo perchè Abate ha proposto proprio lei nello staff di Franco Alfieri(è facile intuirlo ma lo sa tutta Agropoli è il segreto di pulcinella).Siamo pronti a pubblicare un solo atto fatto da Agostino Abate per lo sviluppo e la crescita di Agropoli.Alla prossima.Sergio Vessicchio

CAPACCIO PAESTUM,BAGNO DI FOLLA PER IL SINDACO VOZA E IL SUO RINASCIMENTO CAPACCESE/INTERVISTA VIDEO

Tantissime persone arrivate da ogni parte del comune.Da Gromola al Cafasso,da Paestum alla Licinella,dalla Linora a foce sele,da Capaccio Paese al rettifilo.Un fiume di gente ha affollato la sal convegni del Mec Hotel diventata improvvisamente troppo stretta.Italo Voza non ha fatto mai riferimenti agli avversari ha solo fatto vedere quanto ha fatto in questi 5 anni.Con lui Picarone il consigliere regionale del PD uomo di De Luca a certificare l’appoggio netto del governatore e Guglielmo Scarlato il quale ha spiegato la presenza della lita tre torri.Sono state presentate le 4 liste in appoggio al sindaco.Lo abbiamo intervisto ecco il video

BATTIPAGLIA,ETICA: L’INCONTRO IN REGIONE UN GRANDE SEGNALE PER LA CITTÀ

All’indomani di un incontro importante per la Città, quale l’audizione presso la VI Commissione Regionale a cui lo scorso 26 aprile, in rappresentanza della Sindaca impegnata in un udienza papale, hanno partecipato l’assessore Michele Gioia e i Consiglieri di Con Cecilia Pino Bovi e Rossella Speranza, il Movimento Etica per il Buongoverno intende ringraziare l’intera Amministrazione Francese per l’impegno e la dedizione con cui, non senza difficoltà, sta portando avanti le battaglie in materia di politiche sociali, che hanno da sempre contraddistinto il cuore dell’azione politica della Sindaca e del nostro Movimento.Così come emerso dalle parole dell’On. Tommaso Amabile, che presiede la suddetta adunanza regionale, le linee guida designate dalla Sindaca e dai suoi Consiglieri sono state ben eseguite dall’intera squadra assessoriale che, con un lavoro sinergico e collaborativo, ha studiato problematiche e soluzioni circa le politiche sociali e sta mettendo in campo ogni azione utile a ridare a questa Città un’assistenza sociale adeguata ai bisogni della cittadinanza. Azioni pienamente condivise dalle Istituzioni Regionali che, proprio grazie al dialogo instaurato dalla Sindaca e dalla sua squadra, si dicono predisposte ad accogliere la richiesta mossa da Battipaglia di costituire un nuovo ambito con Olevano e Bellizzi, per il Piano di Zona.Un segnale forte, questo arrivato lo scorso mercoledì, che costituisce una inversione di rotta che grazie alla tenacia e al lavoro sinergico tra consiglieri ed assessori dell’Amministrazione Francese , fa davvero sperare in una ripresa sociale di una città che per anni ha dimenticato di lottare per ottenere i servizi necessari ad assicurare ad ogni suo cittadino in difficoltà un’assistenza dignitosa.
Etica per il Buon Governo

AGROPOLI,NEL SEGNO DELLA CONTINUITA’ ELVIRA SERRA PRONTA AD ENTRARE IN GIUNTA

Dovrà battere una concorrenza molto agguerrita ma il posto in giunta lo vuole e la premierebbe di una storia politica importante e fatta di grandi successi con pagine bellissime scritte.La dottoressa Elvira Serra sorella del compianto Paolo Serra si candida al consiglio comunale ma anche ad ottenere un posto in giunta nel futuro esecutivo.Al fianco del fratello ha scalato importanti posizioni,già consigliere comunale è sempre piena di proposte e di grandi progetti proprio come il fratello Paolo al quale la univa non sono il vincolo di fratellanza ma anche un bene straordinario.Oggi nel segno della continuità si ripropone all’elettorato e senza scivolare nella demagogia e dietrologia possiamo affermare di trovarci davanti ad un volere chiaro ed inequivocabile,tenere alto il valore e il legame del fratello Paolo per Agropoli.Elvira Serra si candida anche per questo ma non solo.Lei ha sempre avuto un grande feeling con la politica,le è piaciuta farla interpretando il valore così caro al fratello che intendeva la politica come servizio,in perfetta sintonia con il professor Paolo Serra si propone per affermare i valori altissimi legati al mondo politico.Elvira Serra sarà una grande risorsa per Agropoli e nel dopo Alfieri rappresenta un valore aggiunto per la conferma di Agropoli a grandi livelli.Brava a conoscere le problematiche  e l’esigenze della gente la nota cardiologa raccoglie un eredità pesante, ma ha un valore così grande questa professionista che saprà mettere a disposizione della collettività con  la sua presenza proprio come il fratello vedeva il modo di fare politica.E il fratello ne è felice perchè siamo certi è lui  l’ispiratore dell’impegno di Elvira Serra in politica.Sergio Vesscchio

NEL CILENTO L’ELISIR DI LUNGA VITA AD ACCIAROLI NE HANNO SPIEGATO I MOTIVI

ACCIAROLI. Fattori genetici, stili di vita, attività fisica e dieta mediterranea sono fattori che notoriamente contribuiscono a una vita lunga e sana. Ma ora una squadra di ricercatori italiani, studiando i super anziani del Cilento, hanno identificato un elemento in più, ovvero una buona microcircolazione sanguigna. Con un’aspettativa di vita media di 92 anni per le donne e 85 per gli uomini (a fronte di una media italiana rispettivamente di 84 e 79), il paese i Acciaroli, in provincia di Salerno, ha una delle più alte concentrazioni al mondo di centenari, anche superiori a Okinawa, città del Giappone nota per la longevità dei suoi abitanti. Lo studio pilota CIAO (Cilento Initiative on Aging Esito) guidato da Salvatore Di Somma, professore di Medicina Interna dell’Università La Sapienza di Roma, ha preso in considerazione 29 super anziani (età media 92 anni) e 52 parenti più giovani (età media 60 anni), con simile background genetico ed esposti allo stesso ambiente e stili di vita. I risultati degli esami del sangue sono stati confrontati con quelli di una coorte di 194 soggetti sani (età media 63,9 anni). Come previsto, bassi valori di MR-proANP e penKid, indicatori di disfunzioni renali o del cuore, erano elevati nei ‘SuperAgers’, a causa del processo di invecchiamento degli organi. Lo stesso gruppo mostrava però bassi valori di adrenomedullina (bio-ADM), ormone che aumenta la quantità di sangue nella circolazione periferica e agisce come vasodilatatore. “Concentrazioni basse di questo biomarcatore indicano un sistema endoteliale e un microcircolo ben funzionante, che consenta una buona perfusione sanguigna degli organi e dei muscoli”, conclude Di Somma. Un buon flusso sanguigno attraverso i piccoli vasi del sangue è ciò che assicura ai maratoneti un rendimento migliore a parità di frequenza cardiaca rispetto all’uomo medio. Permette infatti di far arrivare alle cellule di tutto il corpo ossigeno e sostanze nutritive, e di portare fuori tossine e anidride carbonica.